Hibourama e Hudi Annunciano il primo progetto di piattaforma integrata per il fashion con tecnologia blockchain

Hibourama e Hudi Annunciano il primo progetto di piattaforma integrata per il fashion con tecnologia blockchain

Milano, 16 Maggio 2019 – Hibourama e HUDi annunciano l’implementazione della prima piattaforma integrata per il Fashion basata su tecnologia Microsoft e Blockchain.

Il brand di borse di lusso Hibourama, in collaborazione con il suo partner tecnologico HUDi, ha sviluppato una soluzione tecnologica proprietaria che, grazie all’uso di IoT, Blockchain e Industry 4.0, ridefinisce i confini di spazio e tempo tra l’azienda e il cliente finale. La nuovissima Phygital Experience, tecnologia abilitante, metterà inoltre l’utilizzatore finale al centro del mondo Hibourama.

Grazie alla piattaforma, i prodotti Hibourama saranno:

  • “media interattivi”: le borse, grazie all’APP proprietaria, consentiranno la creazione e la condivisione, in modo del tutto inedito, di contenuti legati al prodotto ed al mondo Hibourama. Sarà quindi stabilita una nuova relazione digitale con il cliente;
  • “un’esperienza”: tramite APP proprietaria, disponibile sia per Android che IOS, potrà instaurarsi un dialogo costante con il cliente. Il brand potrà quindi personalizzare l’offerta, apprendere ed auto-migliorarsi nel corso del tempo per offrire la migliore esperienza relazionale possibile;
  • “connessi“:ogni prodotto Hibourama sarà dotato di un tag NFC di ultima generazione che, grazie all’APP proprietaria, a partner tecnologici ed apparecchiature compatibili, attiverà un vero e proprio eco-sistema digitale.

La tecnologia Blockchain permetterà altresì l’uso di Smart Contract; i nostri clienti avranno una carta d’identità del prodotto. Quest’ultima garantirà sia la veridicità del prodotto acquistato, anche second hand, che della filiera produttiva 100% Made in Italy.

Vittoriomaria Alfonsi, COO Hibourama, ha commentato: “IoT e Blockchain sono per definizione il binomio alla base della digital transformation. Insieme creano nuovi spazi ed ambienti intelligenti in cui si moltiplicano le sfide tecnologiche, le opportunità, le implicazioni legate alla sicurezza e all’interoperabilità di architetture IoT sempre più capillari. Ecco perché la Nostra piattaforma tecnologica fa del trust distribuito l’unico ecosistema in grado di assicurare contemporaneamente scalabilità, rispetto della privacy, affidabilità degli ambienti, oltre che una connessione con gli stakeholder del tutto inedita nel mondo del fashion. Grazie all’IoT ed alla blockchain abbiamo ridefinito gli strumenti tradizionali del digital manager, semplificazione amministrativa e gestionale a tutti i livelli aziendali, del digital marketing, grazie alla gestione integrata di tutti i social e delle relative attività si listening, engagement e learning, ma anche di business, ridefinendo i confini tipici del mercato di riferimento di aziende in fase di startup.”

Rachele Mancini, Head Designer e Founder del brand, ha aggiunto che: “Da sempre Hibourama è attenta alla migliore gestione del cliente, è per questo che, grazie alla nostra App, potremo garantire livelli di assistenza pre e post vendita che ad oggi non erano assolutamente raggiungibili. Saremo inoltre supportati da tecnologie quali Chatbot e altri strumenti abilitanti per garantire ai nostri clienti un servizio di standard elevatissimo. Abbiamo infatti implementato, ad esempio, la tecnologia per provare la borsa tramite puntamento dello smartphone, ti fai un selfie e puoi applicare le borse sopra l’immagine in modo da capire abbinamenti di colori e dimensioni. Abbiamo ridefinito pertanto il concetto di Customer Experience nel mondo del fashion”.

Ha concluso Daniele Provenziani, socio e manager del brand, affermando:
“La nostra piattaforma permetterà ai nostri prodotti di avere un’anima tecnologica, in grado di apprendere e di informare il consumatore finale. L’esperienza che vivranno i nostri clienti non si concluderà con l’acquisto del prodotto ma sarà rinnovato di giorno in giorno con l’esperienza che questi faranno insieme al prodotto”.